vodkone.estri.net

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Vodkone.estri.net - Linux Blog

Aggregator

Print

Marco's Box
  • Arriva Ubuntu MATE 16.10 Beta 1: migrazione alle GTK 3.20 e rimozione di MATE Heads-Up Display (HUD)
    Ubuntu 16.10 Beta 1 MATE

    Martin Wimpress ha annunciato la disponibilità della Beta 1 di Ubuntu MATE 16.10 "Yakkety Yak", quella che si candida per diventare la release più interessante fra le derivate di casa Canonical. 
    Il motivo risiede nel fatto che questa release vede la tanto attesa transizione di Ubuntu MATE alle GTK 3.20. 
    Ma vediamo quali sono le novità principali rispetto alla precedente Alpha 2:

    • Migrazione di MATE alle GTK 3.20
    • MATE Dock Applet 0.74 che ora è in grado di mostrare le progress bar e gli indicatori numerici sulle icone dei programmi che supportano questa funzionalità (vedete lo screen per capire a cosa mi riferisco)
    • Aggiornamenti di diversi pacchetti per un migliore supporto alle GTK 3.20
    • Rimosso MATE Heads-Up Display (HUD) per problemi sorti durante l'implementazione. LA funzionalità tornerà con Ubuntu MATE 17.04. Se avete installato Ubuntu MATE 16.10 prima del rilascio della Beta 1 dovrete rimuovere manualmente il pacchetto dando da terminale sudo apt purge mate-hud
    Gli utenti interessati a provare la distro possono farlo scaricando l'ISO all'indirizzo https://ubuntu-mate.org/download/

  • deepin rilascia Deepin Image Viewer V1.0

    Il team di deepin, la famosa distro Linux cinese basata su Debian Sid, ha annunciato il rilascio di Deepin Image Viewer V1.0, il suo nuovo software per la visualizzazione e gestione delle immagini.
    Deepin Image Viewer offra una UI elegante e di semplice utilizzo e consente di organizzare facilmente la propria raccolta immagini.


    Gli utenti di deepin 15.2 possono provare fin da subito il programma aggiornando il sistema tramite il Deepin Store (o aggiornando da terminale).
  • OpenStreetView: l'alternativa open source a Street View basata su OpenStreetMap
    Uno dei servizi più comodi di Google è senza ombra di dubbio Street View, un servizio che ci consente di visualizzare immagini dei luoghi che vogliamo visitare per diletto o per necessità. 

    Non tutti però amano utilizzare le mappe di Google e preferiscono utilizzare le mappe comunitarie di OpenStreetMap che sono spesso più precise e dettagliate di quelle di Big G. In molti si sono dunque posti il problema di realizzare una soluzione simile a quella di Google ma basata su mappe e foto libere caricate dagli utenti. Fra i servizi di questo tipo il pioniere è stato Mapillary. Alcuni però non hanno gradito il modello di business di Mapillary e hanno deciso di realizzare una alternativa più open. 
    L'interfaccia web di OpenStreetView

    Il servizio in questione si chiama OpenStreetView. Il funzionamento di OpenStreetView è semplicissimo e richiede soltanto due cose: uno smartphone equipaggiato con Android o iOS e un account su OpenStreetMap.

    L'interfaccia principale dell'applicazione per Android di OpenStreetView

    Una volta scaricata l'applicazione sul nostro smartphone ed aver effettuato il login su OpenStreetMap non dovremo far altro che andare in giro per la città e fotografare le strade che vogliamo aggiungere al sito. Possiamo scegliere se caricare le immagini seduta stante o se aspettare di essere sotto copertura WiFi (in modo da risparmiare sul piano dati).

    L'interfaccia fotografica dell'applicazione per Android di OpenStreetView

    Data la natura del progetto le foto caricate non ci consentiranno di avare una visione completa delle strade come accade su Street View ma sono offrono comunque una visione generale che potrà tornarci utile per orientarci negli spostamenti.

    Via web possiamo controllare i nostri contributi

    Il servizio avrà successo? Questo è presto per dirlo. Il progetto è giovane ed attualmente la copertura è davvero scarsa perché mancano la base comunitaria.
    Da sostenitore del software libero non posso che fare il tifo per OpenStreetView e spero di riuscire a contribuire nei prossimi mesi, magari durante le passeggiate per cercare i Pokemon.
  • Google ucciderà le Chrome Apps per Windows, macOS e Linux in favore delle Web Apps a partire dal 2018

    Google ha annunciato la decisione di rimuovere entro due anni a partire da ora il supporto alle Chrome Apps per Windows, macOS e Linux pubblicando altresì una roadmap che prevede l'abbandono totale nei primi mesi del 2018. Le estensioni e i temi non saranno interessati da questo processo mentre le Chrome Apps continueranno ad esistere per Chrome OS.

    Google attualmente supporta due tipi di Chrome Apps nel suo browser: le applicazioni pacchettizzate e le applicazioni hostate sul web. Attualmente soltanto l'1% degli utenti su Windows, Mac e Linux utilizza le applicazioni pacchettizzate mentre la maggior parte delle applicazioni hostate sono già state implementate come web apps. 
    Oltre a questo l'evoluzione degli standard web ha permesso, grazie all'introduzione di nuove API, di realizzare web apps sempre più complete in grado di funzionare su più browser.
    Da qui nasce la decisione di Google di rimuovere il supporto alle Chrome Apps su Windows, macOS e Linux in maniera graduale nel corso dei prossimi due anni.
    Il supporto alle Chrome Apps resterà invece per Chrome OS.
    La roadmap dell'abbandono sarà la seguente:
    • Fine 2016: Gli sviluppatori potranno pubblicare le loro nuove Chrome Apps solo per Chrome OS. Le applicazioni esistenti pubblicate prima di questa fase resteranno comunque disponibili sullo store e gli sviluppatori potranno continuar ad aggiornarle.
    • Seconda metà del 2017: sul Chrome Web Store non verranno più mostrate le Chrome Apps per Windows, Mac e Linux.
    • Inizio 2018: gli utenti delle suddette piattaforme non saranno più in grado di caricare le Chrome Apps.
    Google ha pubblicato sul sito dedicato agli sviluppatori alcune informazioni utili per effettuare la migrazione da Chrome Apps a Web Apps.

    Immagine editate da me su base Pixabay
  • Rilasciata la Beta di Linux Mint 18 "Sarah" KDE

    Il team di Linux Mint ha rilasciato sui suoi server la versione Beta di Linux Mint 18 "Sarah" KDE. Questa nuova release è basata su Ubuntu 16.04 LTS e porta con se le consuete aggiunte tipiche di Linux Mint come i tool realizzati in casa Mint.
    La distro si presenta, per default, con un tema scuro per KDE Plasma e con un wallpaper personalizzato con il logo della distro.
    Lato KDE troviamo:
    • KDE Plasma 5.6.5
    • KDE Frameworks 5.23.0
    • Qt 5.5.1
    Lato applicazioni troviamo le consuete applicazioni tipiche di KDE a cui si affiancano Gimp per l'editiing di immagini, Skanlite per la gestione scanner, digiKam, Firefox come browser predefinito, KMail per la gestione mail, Koversation, KTorrent, Amarok, K3b, Dragon Player, VLC (una volta installati i codec), LibreOffice in versione completa, Kontact e fra le utility da segnalare la scelta di installare Synaptic al posto di Muon come fanno altre distro.
    Il Kernel è la versione 4.4.0-21
    Da segnalare il fatto che troviamo pre aggiunto il repository Kubuntu Backports che ci consente di avere KDE aggiornato in maniera regolare (con le dovute limitazioni del PPA, se volete base Ubuntu LTS e KDE sempre aggiornato il mio consiglio è quello di provare KDE neon).


    Potete scaricare Linux Mint 18 KDE Beta all'indirizzo https://ftp.heanet.ie/mirrors/linuxmint.com/testing/
  • Marco's Box I/O 3x21-22
    Un'esperimento di laboratorio ha osservato per la prima volta la radiazione di Hawking [PhysOrg]

    • L'8 Agosto un problema ai computer della Delta Airlines ha provocato cancellazioni in blocco dei voli programmati [TheVerge]
    • I problemi tecnici delle linee aeree sono molto probabilmente legati ai vecchi sistemi realtime proposti da IBM, ideati negli Anni 60 ed ancora mantenuti [Meditelegraph]
    • Dei ricercatori hanno ricavato la 'chiave dorata' che bypassa i controlli di Secure Boot nei sistemi Windows, che però funziona solo sulle versioni ARM ed RT [Arstechnica]
    • I client di SimpleNote sono stati resi open source da Automattic [TechCrunch]
    • E' stato costruito un prisma acustico, che divide i suoni nelle sue frequenze componenti [ANSA]
    • Watson, il supercomputer IBM noto per aver vinto una speciale gara di Jeopardy!, ha dato indicazioni fondamentali nella diagnosi di un caso di leucemia in Giappone [Repubblica]
    • Deep Space Industries, in collaborazione con il governo del Lussemburgo, ha annunciato che effettuerà la prima missione di esplorazione mineraria di un asteroide entro la fine della decade [TheVerge]
    • Sembra che un gruppo di hacker associato alla NSA sia stato a sua volta hackerato, ed i suoi files messi all'asta [TheHackerNews] [TheIntercept]

Last Updated on Wednesday, 26 August 2015 22:16
 

ClearOS: valida alternativa a Small buiseness server

Print

Logo ClearOS - small buiseness server

ClearOS e' un all-in-one server open source dalle mille funzionalita'.
Una valida alternativa a Small business server (SBS) di Microsoft.
E' facile da installare e facile da configurare.

Last Updated on Saturday, 08 January 2011 20:20 Read more...
 

Il ritorno dello yeti

Print
 
Logo Pollycoke

A poco piu' di quattro mesi dalla notizia di voler chiudere Pollycoke, il principale blog italiano sul mondo linux, Felipe annuncia il suo ritorno. Probabilmente non riusciva piu' sopportare la vista di quella povera tastiera pendente da un chiodo a 2 metri dal suolo. Nel frattempo sono cambiate un po' di cose, in primis il dominio pollycoke.net e' stato ceduto a qualche magnate che cerchera' di trarre il massimo profitto dalle pubblicita'.

In effetti il 27 gennaio e' apparso un post che sponsorizza un casino' on line. Il post e' realizzato in modo che ci sia una continuita' estetica con il vecchio sito, tanto da indurre il lettore a pensare che sia scritto da Felipe.

Se volete continuare a seguire i Felipost, potete farlo sul nuovo dominio pollycoke.org, il sito e' in costruzione. 

 

Last Updated on Sunday, 31 January 2010 19:48
 

Provvedimento del garante della privacy: si parte!

Print

A quanto pare questa volta non ci saranno proroghe. Sul sito del garante per la protezione dei dati personali sono apparse alcune precisazioni, ma nulla che lasci intendere ad un ulteriore rinvio dei termini per adeguarsi all'ormai famoso provvedimento che coinvolge gli amministratori di sistema in merito al trattamento di dati sensibili/personali. Pertanto dal 15 Dicembre 2009 bisogna adeguarsi.

Last Updated on Sunday, 20 December 2009 22:55 Read more...
 

ReteFaiX3 - Realizzare un firewall (Tutorial)

Print

Titolo:ReteFaiX3 - Realizzare un firewall (Tutorial)
Sistema:Linux Ubuntu 9.10 (Karmic koala) server edition
Pacchetti:xorg, fluxbox, openssh-server, fwbuilder
Contenuto:Brevi cenni teorici
 Installazione del server grafico XServer XOrg
 Installazione del gestore finestre (window session) Fluxbox
 Installazione del demone sshd (opnessh-server)
 Installazione dell'interfaccia GUI fwbuilder
Last Updated on Tuesday, 24 November 2009 18:26 Read more...
 

Dati OCSE sulla diffusione della Banda Larga

Print

In questi giorni si sta parlando molto delle sorti della banda larga in Italia. Gli stanziamenti economici sono stati bloccati, alcuni politici si affrettano a precisare affermando che entro la fine dell'anno saranno approvati... Ad ognuno il suo lavoro, lasciamo loro al solito inutile berciare ed occupiamoci di quello che compete di piu' noi sistemisti: preoccupiamoci della rete. Negli uffici, si sa, la rete e' il capro espiatorio per ogni malfunzionamento, ritardo, errore e, chi piu' ne ha, piu' ne metta. Purtroppo pero', a volte l'affermazione "la rete e' lenta" (DIO! Come odio questa affermazione!), trae radici profonde dalla situazione strutturale del nostro (?!!) paese. Sono andato a cercare un po' di sani numeri per provare a capire la realta' dei fatti, cosa meglio di un insieme di dati per sbugiardare o banalmente sapere?

Last Updated on Sunday, 15 November 2009 19:51 Read more...
 

Trixbox: centralino telefonico opensource

Print

Logo Trixbox - Centralino telefonico

Trixbox e' un centralino telefonico opensource basato su asterisk.
E' facile da installare e facile da configurare.

Last Updated on Thursday, 12 November 2009 23:13 Read more...
 

LinuxDay 2009

Print

Anche quest'anno l'immancabile appuntamento con il LinuxDay bussa alle porte. Manca meno di un mese al

24 Ottobre 2009

Data in cui si terra' l'evento. Se volete sapere se nella vostra citta' si organizza qualcosa, o se volete segnalare l'adesione del vostro Lug o Lab, potete farlo tramite web.
Questo e' il sito ufficiale a cura della Italian Linux Society (ILS)

I vari programmi delle varie sedi sono ancora in via di definizione, man mano che verranno resi noti, non manchero' di segnalare quelli piu' interessanti da un punto di vista sistemistico. Chissa' che non ci sia qualcosa che possa arricchire il Progetto ReteFaiX3...
Cerchero' di non concentrarmi solo sulla mia zona (Milano), anche se per ovvi motivi i programmi dell' OpenLabs (unico ad organizzare qualcosa a Milano) e dell'associazione Lifos (in provincia di Milano) avranno un occhio di riguardo.

Se volete essere aggiornati ad ogni pubblicazione, questo e' l'indirizzo del feed RSS di questo blog: http://feeds2.feedburner.com/vodkoneestrinet

Last Updated on Thursday, 24 September 2009 22:09
 
  • «
  •  Start 
  •  Prev 
  •  1 
  •  2 
  •  3 
  •  Next 
  •  End 
  • »


Page 1 of 3

JoomlaWatch Stats 1.2.7 by Matej Koval

Visitors

Yesterday: 11
This week: 52
Last week: 43
This month: 209
Last month: 271
Total: 4937




Banner top aggregator

Notizie dal mondo linux

lffl linux freedom
news dal mondo linux - ubuntu
  • Ufficiale: Meizu e Canonical annunciano il Meizu PRO 5 Ubuntu Edition

    Il produttore cinese Meizu in partnership con Canonical, celebre casa sviluppatrice della distro Linux Ubuntu, ha annunciato ufficialmente il Meizu PRO 5 Ubuntu Edition, come anticipatovi nei giorni scorsi.

    Il dispositivo rappresenta uno degli attuali top di gamma del mercato con un comparto hardware di altissimo profilo ed un design premium caratterizzato da una scocca in metallo.

    Continua a leggere...
  • Windows 10: tracce di Linux nell'ultima build?
    Secondo quanto riportato da alcuni utenti in rete, l'ultima build di Windows 10, il sistema operativo sviluppato da Microsoft, conterrebbe "tracce" di Linux.

    Nello specifico nei file di sistema della build 14251 di Windows 10 sono presenti LXCore.sys e LXss.sys.

    Continua a leggere...
  • MaruOS: Android si fonde con Debian in questa nuova "Convergence"
    Abbiamo parlato spesso della Convergence o Convergenza se vogliamo italianazzarlo, ovvero di quella funzionalità su cui sta puntando Canonical per rendere perfettamente adattabile e scalabile Ubuntu in base al dispositivo utilizzato che sia uno smartphone, un tablet o un PC.

    Di recente ha fatto la sua comparsa un nuovo competitor in questo settore. Stiamo parlando di MaruOS, un progetto che ambisce ad offrire un'alternativa a Convergence di Canonical e Continuum di Microsoft.

    Continua a leggere...
  • Aquaris M10 Tablet: finalmente arriva la Convergence di Ubuntu?
    Uno delle funzionalità più attese dagli utenti Ubuntu è sicuramente Convergence, profilo software che consente di passare dalla modalità "mobile" di un tablet o uno smartphone alla modalità Desktop semplicemente collegando il dispositivo stesso ad un monitor.

    Il nuovo tablet di Ubuntu, l'Aquaris M10, dovrebbe essere finalmente in grado di offrire tale funzionalità in maniera stabile e pienamente operativa.


    Continua a leggere...
  • Linus Torvalds annuncia la seconda RC di Linux Kernel 4.5
    Linus Torvalds ha annunciato la seconda release candidate del Linux Kernel 4.5 che apporta molteplici migliorie risultando, come dichiarato, un upgrade sicuramente maggiore rispetto alla prima release candidate.


    Continua a leggere...