vodkone.estri.net

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Software Linux Monitorare le temperature su UBUNTU

Monitorare le temperature su UBUNTU

Print

Avete un vecchio amd che scalda come un forno a legna? Siete dei videogiocatori da competizione e vi piace spingere le vostre schede video oltre ogni limite? Non sapete a cosa serva la ventola per il case? Siete amanti di SpeedFan? Forse e' il caso che diate un'occhiata o che teniate monitorate le temperature del vostro sistema, nonche' la velocita' delle ventole.
In questa guida vedremo i passi necessari all'installazione di lm-sensors e come visualizzare le temperature sul vostro GNOME.

Cominciamo con l'installare il pacchetto che si trova nel repository principale. Aprite una finestra terminale e digitate:

sudo apt-get install lm-sensors

Confermate di voler installare i pacchetti (vedasi figura qui sotto).

Terminata l'installazione dei pacchetti, dovete capire quali moduli caricare in memoria. Per farlo usate il comando sensors-detect. Questo comando cerca per voi i moduli appropriati all'hardware in vostra dotazione.
Tornate alla finestra terminale e digitate:

sudo sensors-detect

Ora sarete sottoposti ad un severo interrogatorio, occhio alla lampada e procedete. Le domande sono inerenti la tipologia di dispositivi che si vuole scandagliare. Tendenzialmente se risponderete a tutte le domande con la risposta suggerita andrete sul sicuro.
Riporto di seguito l'elenco delle domande che vi verranno poste con relativa screenshot.

We can start with probing for (PCI) I2C or SMBus adapters. Do you want to probe now? (YES/no):

We can start with probing for (PCI) I2C or SMBus adapters. Do you want to probe now? (YES/no):

To continue, we need module `i2c-dev' to be loaded. Do you want to load `i2c-dev' now? (YES/no):

Next adapter: NVIDIA i2c adapter (i2c-0) Do you want to scan it? (YES/no/selectively):

Next adapter: NVIDIA i2c adapter (i2c-1) Do you want to scan it? (YES/no/selectively):

Next adapter: NVIDIA i2c adapter (i2c-2) Do you want to scan it? (YES/no/selectively):

Next adapter: SMBus I801 adapter at 0400 (i2c-3) Do you want to scan it? (YES/no/selectively):

Some chips are also accessible through the ISA I/O ports. We have to write to arbitrary I/O ports to probe them. This is usualSome Super I/O chips may also contain sensors. We have to write to standard I/O ports to probe them. This is usually safe. Do you want to scan for Super I/O sensors? (YES/no): ly safe though. Yes, you do have ISA I/O ports even if you do not have any ISA slots! Do you want to scan the ISA I/O ports? (YES/no):

Some Super I/O chips may also contain sensors. We have to write to standard I/O ports to probe them. This is usually safe. Do you want to scan for Super I/O sensors? (YES/no): Do you want to add these lines automatically? (yes/NO)yes

Some CPUs or memory controllers may also contain embedded sensors. Do you want to scan for them? (YES/no):

Il programma vi segnala di aver terminato la scansione, premete invio per vedere i risultati.

Visti quali sono i driver rilevati, il programma vi chiedera' la autorizzazione a procedere con la configurazione, premete ancora INVIO e procedete.

Ora vi verranno segnalate le righe di configurazione da aggiungere ai file di configurazione. Inoltre potrete far aggiornare i file direttamente dal programma oppure gestirveli in proprio.

Se non avete scelto di procedere a mano, la parte di configurazione e' terminata, altrimenti aggiornate il file modules sotto etc.
Riavviate il sistema.
Una volta ripartito aprite nuovamente una finestra di terminale e digitate:

sensors

Se tutto e' andato liscio, potete procedere con la seconda fase che vi permettera' di monitorare i valori direttamente dal vostro GNOME.
Installate il pacchetto sensors-applet che si trova nel repository UNIVERSE digitando:

sudo apt-get install sensors-applet

Confermate di voler installare i pacchetti (vedasi figura qui sotto).

Premete il tasto destro del mouse sulla barra di GNOME, selezionate "Aggiungi al pannello", selezionate "Hardware Sensors Monitor"

Dopo aver aggiunto la applet al pannello, scegliamo cosa visualizzare. Premete il tasto destro del mouse sulla applet, selezionate "Preferenze", cliccate sul tab "sensori" e selezionate i parametri che volete visualizzare. Ogni parametro e' accompagnato da relativa icona che ne permette la facile identificazione (vedasi figura qui sotto).

Con questo e' tutto. Se voleste invece cimentarvi nell'installazione sotto KDE, i passi sono i medesimi per quanto riguarda lm-sensors ed identificazione dei moduli. Anziche' caricare la applet, dovrete installare il pacchetto Ksensors.
Al momento, pero', KDE non e' argomento di queste mini guide. In attesa di un ambiente puro nella versione 4.
APTTP


Per approfondire:

Errori di configurazione lm-sensors
Configurazione avanzata lm-sensors


Last Updated on Wednesday, 06 May 2009 16:09  
JoomlaWatch Stats 1.2.7 by Matej Koval

Visitors

Today: 1
Yesterday: 6
This week: 25
Last week: 52
This month: 105
Last month: 194
Total: 3256




Banner top aggregator

Notizie dal mondo linux

lffl linux freedom
news dal mondo linux - ubuntu
  • Ufficiale: Meizu e Canonical annunciano il Meizu PRO 5 Ubuntu Edition

    Il produttore cinese Meizu in partnership con Canonical, celebre casa sviluppatrice della distro Linux Ubuntu, ha annunciato ufficialmente il Meizu PRO 5 Ubuntu Edition, come anticipatovi nei giorni scorsi.

    Il dispositivo rappresenta uno degli attuali top di gamma del mercato con un comparto hardware di altissimo profilo ed un design premium caratterizzato da una scocca in metallo.

    Continua a leggere...
  • Windows 10: tracce di Linux nell'ultima build?
    Secondo quanto riportato da alcuni utenti in rete, l'ultima build di Windows 10, il sistema operativo sviluppato da Microsoft, conterrebbe "tracce" di Linux.

    Nello specifico nei file di sistema della build 14251 di Windows 10 sono presenti LXCore.sys e LXss.sys.

    Continua a leggere...
  • MaruOS: Android si fonde con Debian in questa nuova "Convergence"
    Abbiamo parlato spesso della Convergence o Convergenza se vogliamo italianazzarlo, ovvero di quella funzionalità su cui sta puntando Canonical per rendere perfettamente adattabile e scalabile Ubuntu in base al dispositivo utilizzato che sia uno smartphone, un tablet o un PC.

    Di recente ha fatto la sua comparsa un nuovo competitor in questo settore. Stiamo parlando di MaruOS, un progetto che ambisce ad offrire un'alternativa a Convergence di Canonical e Continuum di Microsoft.

    Continua a leggere...
  • Aquaris M10 Tablet: finalmente arriva la Convergence di Ubuntu?
    Uno delle funzionalità più attese dagli utenti Ubuntu è sicuramente Convergence, profilo software che consente di passare dalla modalità "mobile" di un tablet o uno smartphone alla modalità Desktop semplicemente collegando il dispositivo stesso ad un monitor.

    Il nuovo tablet di Ubuntu, l'Aquaris M10, dovrebbe essere finalmente in grado di offrire tale funzionalità in maniera stabile e pienamente operativa.


    Continua a leggere...
  • Linus Torvalds annuncia la seconda RC di Linux Kernel 4.5
    Linus Torvalds ha annunciato la seconda release candidate del Linux Kernel 4.5 che apporta molteplici migliorie risultando, come dichiarato, un upgrade sicuramente maggiore rispetto alla prima release candidate.


    Continua a leggere...